Migliori banche e finanziarie per consolidamento debiti

Quali banche e finanziarie scegliere per il consolidamento debiti? Questa pratica, ormai largamente diffusa, prevede la soluzione del prestito per scongiurare un fenomeno conosciuto come sovraindebitamento.

Migliori banche e finanziarie per consolidamento debiti

Consolidamento debiti, cos’è?

Di fatto, si tratta di una sorta di accorpamento di tutti i debiti di un soggetto che, per condizioni e interessi diventano a livello effettivo solo uno. Questo si presenta con tasse mensili più leggere e che offrono maggior respiro alla persona o all’azienda indebitate.

Nonostante vi siano alcuni requisiti standard per poter ottenere questa agevolazione, ogni istituto tratta il consolidamento debiti in maniera autonoma, richiedendo requisiti e condizioni che possono variare. Chi intende avvalersi di questa possibilità dunque, deve scegliere saggiamente a chi rivolgersi per ottenere le condizioni più vantaggiose o comunque più adatte alla propria condizione attuale.

Migliori banche e finanziarie per consolidamento debiti 2021

Va tenuto conto che gli istituti finanziari possono variare considerevolmente le condizioni di anno in anno (se non di mese in mese).

A grandi linee, possiamo comunque affermare che le caratteristiche da prendere in considerazione sono: TAN (Tasso Annuo Nominale), TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale), spesa istruttoria, spesa di apertura e modalità di gestione del consolidamento (online o tramite telefono). Dalla combinazione di questi parametri è possibile intuire quale soluzione sia più adatta alle esigenze del singolo debitore.

Passiamo dunque a quelli che, a grandi linee, sono considerabili come le migliori soluzioni del settore.

CreditExpress Compact di Unicredit

Il consolidamento debiti Unicredit è uno dei più diffusi nel nostro paese. Nello specifico, il servizio offerto si chiama CreditExpress Compact e offre un tasso fisso per tutta la durata del finanziamento (che può durare da 36 a 120 mesi).

Va sottolineato come non è previsto preammortamento e il pagamento avviene con addebito diretto mensile. Il prestito in questione può risultare da 3.000 a 50.000 euro, con un tasso fisso TAN dell’8,10% e TAEG 9,08%.

A questi vanno poi aggiunti i costi di istruttoria e le spese di comunicazione periodica (si parla comunque di centesimi). Il consolidamento debiti Unicredit poi, può essere affiancato anche da una polizza assicurativa facoltativa, accompagnata ovviamente da ulteriori costi.

Fiditalia

Fiditalia è un istituto specializzato in prestiti che, tra i tanti servizi offerti, offre anche una formula di consolidamento dei debiti. In questo caso, si parla di un importo compreso tra i 3.000 e i 30.000 euro, che va coperto con 24-84 rate mensili.

Tra le spese legate a questa pratica non figurano quelle istruttorie, anche se vi è un’imposta di bollo sulla prima rata (16 euro) più 2 euro annui sempre in ottica bollo. Il TAN è del 7,4, mentre il TAEG è del 5,77. Anche in questo caso, volendo, è possibile aggiungere un’assicurazione che aumenta gli interessi complessivi dello 0,1%.

Cofidis

Cofidis è un altro marchio ben noto nell’ambiente creditizio. Si tratta di un istituto affermato nel settore ed estremamente affidabile, anch’esso impegnato nell’ambito del consolidamento debiti.

In questo caso, l’importo finanziabile spazia dai 3.000 ai 30.000 euro, con un debito spalmato in 12-84 mesi. Il tasso annuo nominale varia a seconda dell’importo del prestito, spaziando dal 6,25% al 6,5%. Anche il TAEG risulta variabile e, per maggiori chiarimenti a proposito, consigliamo di visitare il sito di Cofidis.

Un altro costo legato al consolidamento è l’imposta di bollo (16 euro), mentre non vi è alcun tipo di istruttoria a carico del debitore.

Agos

Infine possiamo citare Agos, istituto presente un po’ in tutto il territorio italiano con la finalità di offrire credito a condizioni più che accettabili. Anche in questo caso l’importo finanziabile varia dai 3.000 ai 30.000 euro, con rate gestibili in 12-120 mesi.

Il TAN proposto varia a seconda dell’importo richiesto. Fino a 4.000 euro, per esempio, è del 5,6%, mentre con importi di 20-30.000 euro si arriva al 7,25%. Anche il TAEG è variabile e, a livello puramente indicativo, un prestito di circa 10-15.000 euro prevede un tasso pari al 5,77%.

Stipulare un contratto di consolidamento debiti con Agos non prevede alcuna spesa legata all’istruttoria, mentre è necessario pagare un bollo di 16 euro e un rendiconto annuale di 2 euro. Non solo: ogni rata ha una spesa aggiuntiva di 2,75 euro. Infine, vanno considerate anche le spese assicurative. Queste sono pari al 5% dell’importo finanziario per prestiti da 60 rate e sale fino all’8,35 per consolidamenti superiori alle 84 rate.

Lascia un Commento